Da oggi i Musei e le aree storiche e archeologiche del Comune di Sant’Antioco cambiano look. E’ uno dei primi importanti passi per la costituzione di un vero e proprio Parco storico-archeologico urbano

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su linkedin
Condividi su email

Condividi questa pagina via:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su google
Google+
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

I Musei e le aree storiche e archeologiche di Sant’Antioco si dotano di un nuovo look attraverso un nuovo logo unitario per il Parco che richiama il simbolo doppio della dea Tanit, un motivo carico di significato raffigurato in una fibula di bronzo rinvenuta a Sant’Antioco, antica Sulky, e oggi esposta nelle sale del MAB – Museo Archeologico Ferruccio Barreca. Inoltre, otto icone icone distintive, ispirate all’essenza di ciascun luogo, identificano gli otto siti di interesse culturale del Parco urbano (Necropoli, Acropoli, Tofet, Museo archeologico, Museo etnografico, Villagio ipogeo, Forte sabaudo e Archivio storico).
Il tutto confluisce nei principali canali di comunicazione e promozione, dalle pagine dei social network al nuovo portale: https://www.parcostoricoarcheologicosantantioco.it/

Articoli recenti

Skip to content