IS PRUINIS

NOTE GEOLOGICHE

Is Pruinis, detto anche Cannisoni, è un lunghissimo cordone litorale piuttosto stretto di sabbie grigiastre di bassa energia, che si protende parallelamente alla linea di costa dove sono vigenti condizioni di tipo lagunare a carattere paludoso. Verso il mare l’arenile è formato da sabbie e ghiaie litorali, con resti di bivalvi e gasteropodi, mentre più verso l’interno prevalgono le sabbie fini, localmente cementate, con rari ciottoli, alle quali si associano limi sabbiosi di stagno costiero. Nella piana di retrospiaggia prevalgono invece i depositi lacustri e palustri con limi, argille e sabbie ricche in frazione organica.

Testi: Dott. Geol. Roberto Rizzo Ph. D. – Area Tecnica Ambientale Consorzio del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna.

Foto di Giacomo Pili

GEOLOGICAL NOTES

Is Pruinis, also called Cannisoni, is a very long and narrow coast with greyish and low energy sand. It extends in parallel to the coast line with marshy, lagoon-type conditions. Towards the sea, the sandy shore is formed by sand and coastal gravels, with remains of bivalves and gastropods. Deeper inside, the fine sand prevails, locally cemented, with some rare pebbles and sandy loam of coastal pond. Instead, in the plain of the back of the beach, the lake and marsh deposits with loams, clays and sand rich in organic fraction prevail.

Text: Dr. Geol. Roberto Rizzo Ph.D.Area. Tecnica Ambientale Consorzio del Parco Geominerario Storico e Ambientale della Sardegna

Photo:Giacomo Pili

Lo sapevi che:

A IS PRUINIS all’alba del 16/10/1815 dopo aver eluso i controlli provenienti dalla Torre di Cannai, una nave falsamente battente bandiera inglese, ma in realtà proveniente dalle coste africane, era giunta sulla spiaggia sabbiosa di Is Pruinis con a bordo 1000 tunisini che presero d’assalto il Forte De Su Pisu e portarono a Tunisi oltre 150 schiavi sardi. Fu un assalto molto cruento e sanguinoso. Nell’aprile 1816 venne stipulato un trattato di pace tra tra il Bey di Tunisi e il Regno di Sardegna, rappresentato in quella circostanza dall’Ammiraglio inglese Exmouth. Dopo la firma del trattato la maggior parte degli schiavi sardi tornò a casa.

Da questo episodio, in epoca moderna sono nati alcuni racconti, opere teatrali e rappresentazioni cinematografiche.

At the dawn of 16th October 1815, after eluding the controls coming from Canai Tower, a ship, falsely flying the English flag but actually coming from Africa, arrived in the sandy beach of Is Pruinis, carrying 1000 Tunisians. They attacked Forte Su Pisu and brought more than 150 slaves in Tunis. It was a very ferocious and bloody assault. In April 1816, a treaty was signed between the bey of Tunis and the Kingdom of Sardinia, represented by the English Admiral Exmouth. After signing the treaty, most of Sardinian slaves returned home.

This episode inspired many stories, theatrical works and cinematographic representations.

Skip to content